Voucher, Scotto (MDP): “PD deve rendere conto al suo partito di riferimento, Confindustria”

Voucher; Scotto (MDP): "PD deve rendere conto al suo partito di riferimento, Confindustria"

Voucher, Scotto di MDP: “Stanno facendo rientrare dalla finestra quello che avevano fatto uscire dalla porta. Tecnicamente questo è un furto di referendum. PD deve rendere conto al suo partito di riferimento: Confindustria. Le larghe intese sono il doping del Movimento 5 stelle”

Voucher, Scotto (MDP): "PD deve rendere conto al suo partito di riferimento, Confindustria"

Arturo Scotto, deputato di Movimento Democratico e Progressista, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano. Sulla possibile reintroduzione dei voucher per le micro imprese. “Stanno facendo rientrare dalla finestra quello che avevano fatto uscire dalla porta. Oggi hanno capito che devono rendere conto ad una serie di pezzi che rappresentano il riferimento del mondo del renzismo, soprattutto Confindustria, quindi fanno quello che gli dice il vero partito di riferimento del Pd. Tecnicamente questa scelta del governo si chiama furto di referendum. Il referendum si sarebbe dovuto fare domenica prossima, loro prima hanno aggirato il referendum che avrebbero perso, ora provano a fare una manovra da prima repubblica attraverso un emendamentino, una cosa vergognosa che va contrastata con grande forza”.

“Noi abbiamo detto con molta forza che è il Pd che sceglie di minare il governo Gentiloni. E’ riscoppiato l’amore tra Berlusconi e Renzi, Renzi non vede l’ora di recuperare il terreno perduto alla fine del patto del Nazareno. E dunque punta a costruire una legge elettorale che favorisca un governo di larghe intese. Il centrosinistra per noi è una bussula fondamentale. Nasce per fare cose alternative alla destra sul lavoro e sui diritti. La condotta degli ultimi anni del governo ha reso simili centrodestra e centrosinistra e oggi mi pare che si continui con questa impostazione”.

“Il Pd ha deciso definitivamente di virare in quella direzione. D’altra parte Renzi si ispira a Macron che ha fatto tutta la campagna elettorale dicendo: oltre la destra e oltre la sinistra. E in questo caso oltre destra e sinistra c’è la destra con le larghe intese. Le larghe intese sono il doping principale del M5S”.

Be the first to comment on "Voucher, Scotto (MDP): “PD deve rendere conto al suo partito di riferimento, Confindustria”"

Lascia un commento