Luce offerta: compara Eni ed Enel Energia

Luce offerta: compara Eni ed Enel Energia

Luce offerta: compara Eni ed Enel Energia

Sul mercato italiano operano vari operatori energetici, e non è quindi facile orientarsi tra le numerose offerte proposte. Inoltre, le tariffe relative all’energia elettrica sono complicate da comprendere, soprattutto per coloro che non sono esperti del settore. Cosa significa kilowattora? Come si misura? In questo articolo, vedremo cosa c’è da sapere sul costo kilowattora e tariffere ENI.

Costo kilowattora e tariffe ENI: cosa significa kilowattora?

Il kilowattora è l’unità di misura sulla quale si basano le offerte relative alla fornitura di energia elettrica. La sua sigla è kWh e serve per conteggiare i consumi di energia. In parole semplici, un kilowattore sta ad indicare l’energia consumata da una macchina che lavora ad una potenza costante di un kW per 60 minuti e quindi è la quantità di energia che un’ apparecchio con potenza di un chilowatt consuma in un’ora. Il kW è quindi l’unità di misura tramite la quale le compagnie di fornitura di energia elettrica conteggiano il consumo sulle bollette.

Quando non si è esperti del settore, è facile non comprendere a pieno la differenza tra un kilowatt e un kilowattora: con il kilowatt viene misurata la potenza, mentre attraverso l’unità di misura kilowattora si misura l’energia fornita in 60 minuti di tempo.
Questa unità di misura viene utilizzata anche per conteggiare l’energia fotovoltaica di un impianto FV.

A volte, quando si consulta il costo kilowattora e tariffe ENI, è possibile incappare anche nel termine kWh/anno. Cosa significa? In questo caso, si intende la quantità di kilowattora di potenza che può essere generato da un impianto nell’arco di tempo di un anno.

Quanto costa un kilowattora?

Per poter analizzare le varie tariffe offerte dalle numerose compagnie energetiche in Italia (sia per quanto riguarda il mercato libero che il mercato di maggior tutela) è necessario comprendere cosa significa e come viene calcolato il costo di un kilowattora.

Stabilire il costo del kilowattora sul mercato libero è difficile, in quanto le tariffe vengono stabilite dalle compagnie energetiche stesse e nel nostro Paese gli operatori presenti sono davvero tanti, ognuno dei quali offre numerose soluzioni dedicate a diversi tipi di consumatori. Tuttavia, è possibile, in linea generale, dare dei valori indicavi per poter comparare le varie offerte presenti sul mercato e scegliere quella più adatta alle proprie esigenze di budget e di consumo. A questo proposito, è possibile usufruire del servizio gratuito di Compara Semplice, grazie a quale, in pochi click ed in modo veloce e comodo, è possibile effettuare una comparazione delle numerose proposte del mercato (sia libero che di maggior tutela) direttamente online. Ma prima di vedere qual è il costo kilowattora e tariffe ENI, ecco i valori indicati relativi alla fornitura di energia elettrica degli operatori del mercato di maggior tutela e del mercato libero:

– Costo del kilowattora nel mercato di maggior tutela

Come probabilmente già saprete, nel mercato di maggior tutela le tariffe indicative vengono stabilite ogni tre mesi dall’”Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico” (AEEGSI), ente appositamente creato per definire le condizioni contrattuali ed economiche e contrattuali a cui devono sottostare gli operatori attivi in questo tipo di mercato. L’Authority infatti ha il compito di stabilire i prezzi per le proposte relative alla fornitura di luce, sia per quanto riguarda le offerte monorarie che quelle biorarie.

Nel primo trimestre del 2017, l’AEEGSI ha stabilito che il costo kilowattora per le tariffe luce monorarie è pari a 0,161336 Euro per kWh. Per quanto riguarda invece le tariffe elettriche biorarie, il prezzo stabilito è di 0,166646 Euro/kWh per la fascia oraria F1 (ovvero le ore giornaliere dei giorni lavorativi) e di 0,158506 per le fascie orarie F2 (dalle ore 7 alle 8 e dalle 19 alle 23 dal lunedì al venerdì e dalle 7 alle 23 di sabato) e F3 (fascia oraria notturna per i giorni lavorativi ed il sabato e tutto il giorno della domenica e dei festivi).

– Costo kilowattora nel mercato libero

Come già accennato, è difficile indicare con precisione il costo kilowattora per quanto riguarda il mercato libero, in quanto in questi casi il prezzo viene stabilito dagli operatori energetici stessi e le offerte sono varie. In questi casi, infatti, i prezzi dipendono, appunto dall’operatore, e dalla presenza di eventuali promozioni. Inoltre, nel mercato libero, solitamente, il prezzo per kilowattora viene bloccato per un determinato periodo di tempo (spesso 12 mesi). Spesso invece i fornitori offrono promozioni relative a bonus in kWh per i nuovi clienti, che può essere applicato sulla prima bolletta oppure sul consumo energetico annuale.

Per orientarsi nel vasto mondo delle offerte luce, è consigliabile usufruire del servizio di comparazione delle tariffe luce, online e completamente gratuito, offerto dal portale Compara Semplice, che consentirà in pochi click di scoprire le migliori proposte relative alla fornitura di energia elettrica, così da poter scoprire il costo kilowattora più conveniente sul mercato libero.

Costo kilowattora e tariffe Eni

Eni (acronimo di Ente Nazionale Idrocarburi) è una delle aziende energetiche più grandi del nostro Paese, che offre soluzioni per la fornitura di luce e gas adatte ad ogni tipo di clientela. Ma vediamo il costo kilowattora e tariffe Eni.

– Offerta “Link”

Luce offerta monoraria: questa tariffa offre la possibilità di usufruire della fornitura di energia elettrica a prezzo bloccato per 12 mesi con attivazione a costo zero. Per i nuovi clienti, inoltre Eni offre la possibilità di approfittare di promozioni esclusive come il pacchetto Sky in regalo, oltre che poter utilizzare il servizio “Eni Webolletta”.

– “SOTTOCONTROLLO XL LUCE”

Anche questa tariffa luce è di tipo monorario e a prezzo bloccato.
Tra le promozioni per i clienti, in questo caso, troviamo uno sconto del 50% sulla prima bolletta.

– “EASY”

Per questa tariffa monoraria che prevede l’uso di fonti rinnovabili il contributo per il consumo di luce kwh è di 0,061 Euro. Anche questa offerta è a prezzo bloccato per dodici mesi e consente di usufruire del servizio web di gestione delle bollette “Eni Webolletta”. Tra le promozioni per i nuovi clienti, troviamo il pacchetto Sky in regalo per un anno.

– “LEDXCASA”

Tariffa monoraria a prezzo bloccato per un anno, che consente di attivare il servizio senz dover corrispondere costi di attivazione.
Inoltre, in regalo per chi sceglie questa offerta c’è un kit di quattro lampadine a tecnologia LED a sconto. Il corrispettivo per l’energia elettrica è di 0,050€/kWh.

Comparasemplice: scopri il costo kilowattora e tariffe Eni in un solo click

Sul portale web ComparaSemplice.it è possibile procedere alla comparazione di tutte le offerte del mercato libero, non solo per quanto riguarda il costo kilowattora e tariffe Eni, ed in generale le proposte relative alla fornitura elettrica, ma anche per quanto concerne le soluzioni per la fornitura di gas, per il servizio internet, le assicurazioni auto e la linea telefonica. In un solo click, è possibile trovare i migliori prezzi e scoprire tutte le informazioni e le condizione delle offerte, che verranno selezionate dal portale sulla base delle esigenze di consumo e la località di residenza dell’utente.

Per ulteriori informazioni, per trovare la risposta a dubbi e per ricevere chiarimenti, è inoltre possibile contattare uno degli operatori esperti di Compara Semplice, che potranno aiutare l’utente a trovare la soluzione migliore per le proprie necessità e preferenze. Le offerte di fornitura luce e gas naturale, le soluzioni ADSL e tutte le altre informazioni presenti sul portale sono costantemente aggiornate dagli operatori di Compara Semplice, così da consentire all’utente di comparare tutte le migliori offerte del momento in un click.

Be the first to comment on "Luce offerta: compara Eni ed Enel Energia"

Lascia un commento