Lavoro, viceministro sviluppo economico: “In Italia norme all’avanguardia ma non vengono applicate”

Lavoro, viceministro sviluppo economico: "In Italia norme all'avanguardia ma non vengono applicate"

Secondo il viceministro dello sviluppo economico Teresa Bellanova “in Italia norme all’avanguardia ma non vengono applicate. Quelli che più alzano la voce sono i meno credibili. Emiliano? Ognuno deve fare la sua parte”

Lavoro, viceministro sviluppo economico: "In Italia norme all'avanguardia ma non vengono applicate"

Teresa Bellanova, viceministro dello Sviluppo Economico, già Sottosegretario al Ministero del Lavoro, è intervenuta ai microfoni di Radio Cusano Campus in merito al problema del caporalato. Riguardo agli incidenti sul lavoro avvenuti in questi giorni, Bellanova ha dichiarato che “il nostro Paese ha una legislazione tra le più avanzate d’Europa, siamo andati anche oltre le direttive europee. Ma le norme vanno applicate e rispettate. Nel caso specifico dell’Ilva di Taranto, così come a Piacenza e a Roma, i responsabili devono essere puniti in maniera esemplare, chiunque siano”. Rifiuto quelli che hanno le ricette facili, quelli che pensano che la funzione di governo è di addossare agli altri la responsabilità e non fanno mai un’analisi per capire se si è fatto tutto quello che si doveva fare. Quelli che scoprono questi argomenti solo quando c’è il fatto eclatante sono quelli che più alzano la voce, ma sono anche quelli meno credibili”.

“Siccome il lavoro non può essere messo in relazione con quello alla salute, io invito tutti ad essere più cauti con le dichiarazioni. Non mi sto riferendo ai sindacati, che cercano di fare il loro lavoro, io li sprono a fare sempre meglio. Il presidente della Puglia Emiliano? Ognuno deve fare la sua parte fino in fondo, se questo è accaduto vuol dire che non tutti l’hanno fatta”.

Be the first to comment on "Lavoro, viceministro sviluppo economico: “In Italia norme all’avanguardia ma non vengono applicate”"

Lascia un commento