Crisi Partito Democratico, Bettini: “La frittata è fatta, divisione del Pd inconciliabile”

Crisi Partito Democratico, Bettini: "La frittata è fatta, divisione del Pd inconciliabile"

Bettini, europarlamentare del PD: “Pd diviso in due binari destinati a non incontrarsi, ormai la frittata è fatta. Anche Emiliano non si capisce cosa voglia, forse un congresso in dialetto pugliese. Scissione D’Alema? Sarebbe una sciagura. Del Pd di Veltroni è rimasto ben poco anche per colpa di Veltroni”

Crisi Partito Democratico, Bettini: "La frittata è fatta, divisione del Pd inconciliabile"

Goffredo Bettini, europarlamentare del Partito Democratico, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano. La direzione del Pd. “Le mie impressioni sono negative. Mi pare che tra di noi, nel partito, si sia rotta una fiducia, non ci sia più un sentire comune, non prevalga un obiettivo comune. Questa è una situazione che io ho denunciato già molto tempo fa. Mi pare che i due binari del partito, quello più legato alla sinistra e quello invece legato a Renzi, si stiano sempre più divaricando e che in mezzo non emerga nulla, per aiutare questi due binari a riavvicinarsi. Renzi è stata indiscutibilmente una grande risorsa all’inizio, ha smosso le acque in maniera positiva. La tradizione dei comunisti italiani, tradendo un po’ se stessa, ha avuto da subito un atteggiamento di chiusura nei confronti di Renzi, come se fosse un estraneo. Rispetto a questo contrasto, a sua volta Renzi ha reagito male, chiudendosi in se stesso, con un gruppo dirigente assolutamente insufficiente e un governo che non è stato all’altezza. Lui ha cercato ieri di andare incontro alle richieste della minoranza, ma ormai a questo punto la frittata è fatta. Prima hanno detto sì al Congresso, poi no, poi di nuovo sì. Emiliano non si sa bene come lo vuole il Congresso, in che forma, magari parlando in dialetto pugliese. Non è chiaro cosa si vuole, è chiaro però che è un dialogo tra sordi”.

Scissione D’Alema
“D’Alema ha indicato anche la possibilità di una scissione, che io riterrei una sciagura. Se si crea un partito attraverso una scissione, quel partito avrà altre scissione e poi altre ancora. Qui non si tratta di fare una scissione, si tratta di cambiare il tavolo da gioco per tutti”.

Pd di Veltroni
“Della grande speranza del primo Pd è rimasto ben poco. Veltroni, dopo le politiche del 2008, ha sbagliato perché doveva andare al Congresso perché noi avevamo ottenuto un ottimo risultato: il 33% da soli. Se gestito bene, quel risultato avrebbe consentito a Veltroni di sfidare Berlusconi dopo 5 anni. Invece è iniziato subito il tiro al piccione”.

Be the first to comment on "Crisi Partito Democratico, Bettini: “La frittata è fatta, divisione del Pd inconciliabile”"

Lascia un commento