Bevi tre caffè al giorno? Allora vivi più a lungo

Il caffè rende nervosi, può provocare problemi cardiaci, insonnia, sbalzi d’umore e chi più ne ha più ne metta.

Ma quando mai? Tutto il contrario!!

Alcuni esperti della IARC (International Agency for Research on Cancer) e dell’Imperial College di Londra hanno condotto uno studio dettagliatissimo, osservando per circa 16 anni ben mezzo milione di persone di età superiore a 35 anni, residenti in dieci diversi paesi tra cui l’Italia.

La ricerca, denominata EPIC (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition), aveva lo scopo di valutare gli effetti del caffè prendendo come riferimento paesi diversi, in cui il tipo di preparazione e di consumo della bevanda importata tanti secoli fa dall’America sono radicalmente differenti.

Qual è stato il risultato? Che chi beve tre tazzine di caffè al giorno (indipendentemente da come viene preparato, se è decaffeinato oppure no, se è lungo all’americana o ristretto all’italiana), sembra essere più longevo di chi non lo beve.
Sembra incredibile ma i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Annals of Internal Medicine e sono davvero strabilianti; il caffè ridurrebbe la probabilità di morte per malattie circolatorie o del tratto digerente e, secondo gli esperti che hanno condotto la ricerca, avrebbe addirittura effetti protettivi sul fegato grazie alle sue molecole antiossidanti. Sulle circa 42000 persone morte durante questi 16 anni di studio, alcune per malattie circolatorie, ictus e problemi cardiaci, la maggioranza è rappresentata da persone che non assumevano caffè

Una rivincita bella e buona per una bevanda spesso addditata come ragione di tante patologie ma che, forse, andrà guardata d’ora in avanti con un occhio molto diverso, soprattutto se dovessero arrivare ulteriori conferme con studi ancor più scientifici.

Be the first to comment on "Bevi tre caffè al giorno? Allora vivi più a lungo"

Lascia un commento