App smartphone, la maggior parte vengono eliminate dopo una settimana

Le app dei nostri smartphone subiscono una sorte spesso molto aleatorie. Alcune di esse, o diversi siti web di riferimento, come magari Facebook o NetBet, rimangono per sempre nei nostri cellulari. Altre, invece, spariscono in modo repentino. Qualche dato?

Da gennaio a luglio 2018 Adjust ha analizzato 8 miliardi di app installate sui smartphone di tutto il mondo e ha scoperto che, in media, le app vengono eliminate in 5,8 giorni dopo l’ultimo utilizzo. Le app per l’intrattenimento vengono disinstallate il più velocemente e, in media, sono durate meno di un giorno dopo l’ultimo utilizzo prima di essere rimosse.

Per quanto concerne le determinanti di tale approccio, ci sono molte ragioni per cui gli utenti di smartphone abbandonano le app al loro triste destino. A volte la memoria del telefono è troppo piena, e dunque preferiscono cancellare l’ennesima appsociale” piuttosto che le loro foto personali, per liberare spazio sulla memoria del dispositivo. Altre volte, le app vengono cancellate perché sono piene di bug, insoddisfacenti o esauriscono troppo rapidamente la durata della batteria. Anche la sensazione di novità di alcune applicazioni può svanire rapidamente.

Sebbene questi alti livelli di rotazione delle app presenti sul nostro smartphone siano preoccupanti per molti editori di app, lo studio di Adjust non è necessariamente una cattiva notizia per chi cerca di sviluppare  le applicazioni per smartphone. Adjust ha ad esempio scoperto che quattro utenti su 10 in tutto il mondo reinstallano le applicazioni che hanno cancellato, con una sorta di “pentimento”. Uno studio simile condotto da Tune nel maggio 2018 ha rilevato che circa il 30% dei download di app in Nord America sono stati reinstallati.

In maniera più dettagliata, le app che sembrano resistere maggiormente a questa “furia” di cancellazione sono quelle legate ai viaggi e all’ecommerce, che permangono sul cellulare oltre 10  giorni dall’ultimo utilizzo prima della disinstallazione. A seguire, troviamo le app per la salute (8,8 giorni) davanti alle pubblicazioni (7,3 giorni), al business (6,9 giorni) all’education (6,4 giorni), alle utilities (4,7 giorni), ai giochi (3,4 giorni) e ai social (2,3 giorni). Deludono maggiormente le app sul lifestyle (appena 1,2 giorni) e soprattutto quelle sull’intrattenimento, che vengono disinstallate dopo poche ore dall’ultimo utilizzo, a conferma della preferenza di molti utenti di “sperimentare” nuove forme di entertainment, salvo poi “salvare” sul proprio smartphone una ristretta quota di ciò che si prova.

Per quanto attiene il tasso di reinstallazione, è soddisfacente quello delle app più “cancellate”. Le app per il lifestyle vengono infatti reinstallate nel 48,7% dei casi, le app social nel 48,3%, e hanno percentuali superiori al 40% anche quelle dei giochi, delle pubblicazioni e delle utilities. Molto meno reinstallate sono quelle appartenenti alle categorie successive, con le app per i viaggi reinstallate solo nel 24,8% dei casi, e ancora più giù troviamo le app per l’ecommerce (19%), intrattenimento (15,5%), salute (14%), business (6,3%)  ed educational (3,1%), per una media complessiva, inter-categoria, del 40,4%.

Be the first to comment on "App smartphone, la maggior parte vengono eliminate dopo una settimana"

Lascia un commento